Home > Blog > Addetti alle gestione delle emergenze: chi sono e cosa fanno

Addetti alle gestione delle emergenze: chi sono e cosa fanno

Pubblicato il 26 Sep 2019 da Federica Cito
Addetti alle gestione delle emergenze: chi sono e cosa fanno

Selezionare gli addetti alla gestione delle emergenze è un’operazione fondamentale per il funzionamento del sistema aziendale di prevenzione e sicurezza. Altro aspetto imprescindibile è la collaborazione fra le figure coinvolte, essenziale nell’ ecosistema aziendale per contrastare le emergenze attraverso misure preventive e interventi tempestivi.

Cosa si intende per emergenza?

Per emergenza si intende qualsiasi situazione imprevista di grave o imminente pericolo per le persone, l’ambiente ed i beni. Parte integrante della gestione delle emergenze è la pianificazione dell’iter da seguire in caso emergenze. È importante essere preparati a tutte le emergenze possibili, in modo tale da stimare preventivamente la probabilità di accadimento del rischio. Nel caso di un’emergenza in corso, è necessario stabilire le priorità delle azioni da intraprendere e simulare il tutto con delle prove d’evacuazioni regolari.

Chi designa le figure coinvolte nella gestione delle emergenze?

Le figure coinvolte nella gestione delle emergenze sono designate dal datore di lavoro. Nel D.Lgs. 81/2008 sono riportate le disposizioni generali da seguire per adottare le misure necessarie ai fini della prevenzione incendi e dell’evacuazione dei luoghi di lavoro nei casi di pericolo grave e immediato.

Durante la scelta, il datore di lavoro considera naturalmente le dimensioni dell’azienda e i rischi specifici. Se non per giustificato motivo, i lavoratori non possono rifiutare la designazione. Gli addetti alla gestione delle emergenze, devono inoltre frequentare i corsi di formazione, essere in numero sufficiente e disporre di attrezzature adeguate, tenendo sempre conto delle dimensioni e dei rischi dell’azienda o dell’unità produttiva.

Quali sono le figure coinvolte?

Le figure incaricate ad attuare le misure di prevenzione, operano al fine di adottare i provvedimenti che necessari in situazioni di emergenza, quali: incendio, evacuazione, salvataggio, pronto soccorso e sono:

L’addetto antincendio individua i rischi presenti nei luoghi di lavoro, effettua un controllo di tutte le vie di fuga e si assicura che tutte le attrezzature di protezione antincendio siano mantenute in condizioni di efficienza. Verifica inoltre l’interruzione dell’energia elettrica al termine delle normali attività aziendali ed effettua un check-up semestrale di estintori e idranti.

L’addetto al primo soccorso, invece, è la figura che garantisce la minima capacità di intervento in caso di infortunio o malore improvviso ed un punto di riferimento per gli eventuali soccorsi professionali di tipo medico, non sostituendo però i professionisti nella gestione delle emergenze sanitarie.

L’RLS, alias, il rappresentante per la sicurezza svolge un ruolo di primaria importanza poiché soggetto fondamentale del processo di gestione della sicurezza dei luoghi di lavoro. Non interviene quindi attivamente in caso di emergenza, il suo operato e di tipo preventivo, ma comunque molto importante. Principalmente individua programma e realizza, in ordine alla valutazione dei rischi, la prevenzione nell’azienda e verifica l’avvenuta realizzazione degli interventi obbligatori o concordati necessari per la sicurezza del lavoro in azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *