Home > Blog > Sicurezza nelle scuole: scopri quali sono i rischi e le figure coinvolte

Sicurezza nelle scuole: scopri quali sono i rischi e le figure coinvolte

Pubblicato il 31 Oct 2019 da Federica Cito
Sicurezza nelle scuole: scopri quali sono i rischi e le figure coinvolte

Le scuole sono dei luoghi importanti dove avviene la formazione dei nostri figli e che vengono considerate, in ottica di tutela di norme di salute e sicurezza, come un micro sistema lavorativo.


Il D.Lgs 81/08 parifica la scuola a qualsiasi altro settore incluso nel decreto, di conseguenza la scuola viene paragonata all’azienda, gli studenti sono equiparati al lavoratore, mentre i docenti, che si occupano delle attività di controllo e sorveglianza, ricoprono il ruolo del preposto. Il dirigente scolastico viene considerato al pari del datore di lavoro, con tutti gli obblighi e le responsabilità che, consequenzialmente ne conseguono.

Quali sono i rischi che si corrono nelle scuole

La scuola, per il tipo di infrastruttura e per le attività svolte al suo interno, è soggetta a alle tipologie di rischio specifiche dei luoghi ad alta densità di affollamento. Un ulteriore elemento che caratterizza la valutazione dei rischi per la sicurezza nelle scuole, è l’età degli alunni, nella maggior parte minorenni. I rischi principali sono dunque legati al sistema di infrastrutture e alla classificazione del rischio Incendio, allo Stress lavoro Correlato, all’uso di videoterminali e a cadute accidentali. Nel caso di istituti particolari, possono essere presenti dei laboratori ove è opportuno valutare la componente di rischio chimico piuttosto che biologico. Riassumendo, dunque, i rischi possono essere legati a:

  • infrastrutture
  • incendi
  • cadute accidentali
  • uso di videoterminali
  • stress lavoro correlato
  • rischio chimico o biologico

Quali sono i player principali per la sicurezza nelle scuole

È necessario, per la sicurezza nelle scuole, che vengano individuate, regolarmente come in un qualsiasi posto di lavoro, le figure di riferimento del D.lgs 81/08.

Fondamentale è il ruolo del dirigente scolastico o preside, che nell’istituzione scolastica viene considerato come il datore di lavoro e ricopre principalmente due ruoli fondamentali:

  • obbligo di valutazione dei rischi
  • nomina degli addetti alla sicurezza

La valutazione dei rischi viene redatta con il supporto del personale tecnico degli enti locali, e la sua fase finale corrisponde con la redazione del, Documento di Valutazione Rischi. Altro compito del dirigente scolastico è quello di nominare nomina l’RSPP, gli addetti alle emergenze e di comunicare tutti i nominativi all’INAIL.

Gli alunni, invece, vengono considerati come lavoratori, godono dunque del diritto di operare, nel caso specifico, di studiare, in un ambiente confortevole, protetti da rischi e pericoli.

Tutti i docenti svolgono invece le funzioni dei preposti: devono verificare che le norme sulla sicurezza nelle scuole vengano applicate, fare formazione sull’argomento e segnalare immediatamente eventuali anomalie.

Quali sono le figure previste dalla legge 81/08?

RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione): è la figura che deve possedere capacità peculiari e requisiti professionali utili al coordinamento dell’insieme delle persone, sistemi e mezzi finalizzati a prevenire e proteggere, nel caso di un’azienda i lavoratori.

Questo ruolo può essere ricoperto dal Dirigente Scolastico o da chiunque faccia parte del personale, sotto designazione del Preside, o una figura esterna.

RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza): che in azienda ha il ruolo di rappresentare e tutelare i diritti dei lavoratori nell’ambito della sicurezza del lavoro. Per quanto riguarda la sicurezza nelle scuole, può essere considerato l’intermediario tra dirigente e allievi. Non è quindi un obbligo designare questa figura, ma un diritto per i lavoratori. Nel caso della scuola non sono però gli alunni a procedere alla nomina, ma l’RSU (Rappresentanza Sindacale Unitaria) o l’RSA (Rappresentanza Sindacale Aziendale).

Il DM 382/98 individua che ci sia un RLS nelle istituzioni scolastiche fino a 200 dipendenti (esclusi i lavoratori/studenti) e 3 RLS nelle unità scolastiche da 201 a 1000 dipendenti (esclusi i lavoratori/studenti). Gli obblighi dell’RLS sono: avvertire il Dirigente scolastico sui rischi individuati nella scuola, mantenere il segreto d’ufficio.

Addetti alle emergenze: si tratta di figure che entrano in azione per il primo soccorso, per gli incendi e per tutti i tipi di emergenze. La nomina non può essere rifiutata, a meno che non ci siano gravi problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *