Home > Blog > Medicina del lavoro: cosa sapere per essere a norma

Medicina del lavoro: cosa sapere per essere a norma

Pubblicato il 02 Oct 2019 da Federica Cito
Medicina del lavoro: cosa sapere per essere a norma

L’attività di prevenzione in ambito aziendale, è affidata alla medicina del lavoro, in contesto normativo sempre più complesso che coinvolge figure trasversali, come il medico competente, il datore di lavoro e il servizio di prevenzione e protezione. Non sempre è semplice gestire gli equilibri in gioco, e spesso risulta fondamentale per l’organizzazione aziendale affidarsi a strutture capaci di gestire le necessità e le incombenze sia dal punto di vista organizzativo che operativo. Affidati a noi per l’organizzazione delle attività legate a questa responsabilità.

Cosa si intende per medicina del lavoro?

Per medicina del lavoro, si intende tutto l’universo medico correlato all’ambito aziendale, nel dettaglio la prevenzione, la diagnosi e la cura delle possibili malattie causate dalle attività lavorative. Figura cardine in questo universo è il medico competente, al quale vengono attribuiti diversi compiti strategici affinché tutti i lavoratori esposti a rischi professionali possano effettuare in sicurezza il loro lavoro.

Di cosa si occupa il medico competente?

Il medico competente è un professionista specializzato in medicina del lavoro, e si occupa di identificare i sintomi causati dall’esposizione del lavoratore a:

  • tutti agenti chimici, fra cui acidi, basi forti o pericolosi in generale, e in che modo vengono metabolizzati dai i vari apparati, come ad esempio quello respiratorio e quello digerente
  • il contatto con qualsiasi tipo di sostanza dispersa durante lavorazioni in azienda, correlata alle ripercussioni sul sistema nervoso
  • nel dettaglio, alle sostanze aero-disperse di variabile tossicità intrinseca, le quali però una volta inalate possono dare conseguenze di vario tipo
  • gli agenti di cui è noto che possono provocare malattie infettive in soggetti umani, inclusi batteri, virus, parassiti
  • le radiazioni ionizzanti o non ionizzanti, di energia varia, in particolare raggi ultravioletti, raggi X, raggi gamma, il rumore, le vibrazioni, il microclima
  • fattori di rischio psicosociali, come il fenomeno dello stress lavoro-correlato.

Il medico competente è responsabile dell’ elaborazione della valutazione dei Rischi, deve conoscere i luoghi di lavoro e ha il compito di sottoporre a visita medica i lavoratori in funzione dei rischi specifici a cui sono esposti. Ha il dovere di effettuare almeno una volta all’anno una visita dei luoghi di lavoro e la visita medica che certifichi l’idoneità dei lavoratori.

Quali accertamenti effettua il medico competente?

In riferimento al comma 2 dell’art 41 del D.Lgs 81/08 si evincono tutte i casi nei quali il medico competente deve effettuare gli accertamenti sanitari ai lavoratori. Ecco i principali:

  •  collaborazione alla redazione del DVR
  •  sopralluogo luoghi di lavoro
  •  visita medica preventiva;
  •  una volta l’anno visita medica;
  •  visita medica su richiesta del lavoratore;
  •  visita medica in occasione del cambio della mansione.
Vuoi iscriverti al prossimo corso?

Medicina del lavoro: svolgimento dell’attività di sorveglianza sanitaria

La sorveglianza sanitaria è obbligatoria per tutte le aziende in cui i lavoratori sono esposti a rischi per la salute. Alcuni esempi sono le aziende esposte a rischio di tipo biologico, chimico o da esposizione a videoterminale. Per queste aziende, indipendentemente dal numero di lavoratori presenti, il datore di Lavoro designa un medico, che abbia una specializzazione in medicina del lavoro, per l’elaborazione e l’attuazione di uno specifico protocollo di sorveglianza sanitaria. Il protocollo di sorveglianza viene quindi condiviso con il Servizio di Prevenzione e Protezione, ed è definito sulle specifiche mansioni dei lavoratori interessati. Questo aspetto è essenziale per il rispetto delle norme del d.lgs. 81/2008 da un lato, e per la tutela della salute dei lavoratori dall’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *