Home > Blog > Il Medico Competente per il servizio di protezione e prevenzione

Il Medico Competente per il servizio di protezione e prevenzione

Pubblicato il 23 Jul 2019 da Federica Cito
Il Medico Competente per il servizio di protezione e prevenzione

La figura del medico competente è un ruolo di estrema importanza nel sistema del servizio di prevenzione e protezione aziendale. Oltre ad adempiere alle responsabilità ontologiche della propria professione, il medico competente deve saper interpretare le realtà aziendali in azioni concrete a sostegno delle attività di prevenzione e protezione aziendale.

Chi è il Medico Competente?

All’interno del panorama della sicurezza nel lavoro, il Medico Competente è quella figura che, insieme al datore di lavoro e con il servizio di prevenzione e protezione alla valutazione dei rischi, predispone le misure per la tutela della salute e della integrità psico-fisica dei lavoratori. Inoltre si occupa dell’attività di formazione e informazione nei confronti dei lavoratori e dell’organizzazione del servizio di primo soccorso, tenendo presente i particolari tipi di lavorazione ed esposizione ai rischi e le peculiari modalità organizzative del lavoro.

Pensi di conoscere i rischi nella tua azienda?

Il Medico Competente deve elaborare la valutazione dei Rischi, deve conoscere i luoghi di lavoro e ha il compito di sottoporre a visita medica i lavoratori in funzione dei rischi specifici a cui sono esposti. Ha il dovere di effettuare almeno una volta all’anno una visita dei luoghi di lavoro e la visita medica che certifichi l’idoneità dei lavoratori.

Per quali aziende è obbligatorio?

L’obbligo della sorveglianza sanitaria vige per le aziende in cui i lavoratori sono esposti a rischi per la salute. Ne sono un esempio le aziende che sono esposte a rischi di tipo biologico, chimico o da esposizione a videoterminale. Per queste aziende, indipendentemente dal numero di lavoratori presenti, il datore di Lavoro designa un medico, che abbia una specializzazione in medicina del lavoro, per l’elaborazione e l’attuazione di uno specifico protocollo di sorveglianza sanitaria. Il protocollo di sorveglianza viene quindi condiviso con il Servizio di Prevenzione e Protezione, ed è definito sulle specifiche mansioni dei lavoratori interessati.

Quali sono i requisiti del Medico Competente?

Per svolgere essere nominato medico competente è necessario possedere uno dei seguenti titoli o requisiti:

– specializzazione in medicina del lavoro o in medicina preventiva dei lavoratori e psicotecnica;

– docenza in medicina del lavoro o in medicina preventiva dei lavoratori e psicotecnica o in tossicologia industriale o in igiene industriale o in fisiologia e igiene del lavoro o in clinica del lavoro;

– specializzazione in igiene e medicina preventiva o in medicina legale;

Quali informazioni devono essere fornite da parte del datore di lavoro?

Il datore deve fornire al medico competente, affinché egli possa svolgere i suoi compiti al meglio, le seguenti informazioni riguardo:

-la natura dei rischi;

-l’organizzazione del lavoro, la programmazione e l’attuazione delle misure preventive e protettive;

-la descrizione degli impianti e dei processi produttivi;

-i dati relativi alle malattie professionali;

-i provvedimenti adottati dagli organi di vigilanza.

Quali sono gli obblighi del medico competente?

Come accennato in precedenza, il Medico Competente collabora con il datore di lavoro e con il servizio di prevenzione e protezione alla valutazione dei rischi, per programmare e predisporre le misure per la tutela della salute e della integrità psico-fisica dei lavoratori. Vediamo nel dettaglio quali sono le attività che svolge:

-programmazione e sorveglianza sanitaria attraverso protocolli sanitari definiti in funzione dei rischi specifici

-ispezione degli ambienti di lavoro almeno una volta all’anno o a cadenza diversa che stabilisce in base alla valutazione dei rischi;

-creazione, aggiornamento e custodia di una cartella sanitaria e di rischio per ogni lavoratore sottoposto a sorveglianza sanitaria;

-consegna al datore di lavoro, alla cessazione dell’incarico, la documentazione sanitaria in suo possesso con salvaguardia del segreto professionale;

-consegna al lavoratore, alla cessazione del rapporto di lavoro, copia della cartella sanitaria e di rischio, e gli fornisce le informazioni necessarie relative alla

-redazione di informazioni ai lavoratori sul significato della sorveglianza sanitaria cui sono sottoposti e, nel caso di esposizione ad agenti con effetti a lungo termine, sulla necessità di sottoporsi ad accertamenti sanitari anche dopo la cessazione della attività che comporta l’esposizione a tali agenti.

Scegliere il Medico Competente con Ligys

Avere al proprio fianco un professionista capace di intercettare con efficacia le varie peculiarità dell’organizzazione rende puntuale e decisivo lo svolgimento dell’attività di prevenzione a tutela della salute dei lavoratori principe, ovvero la sorveglianza sanitaria.

Affidati a noi per l’organizzazione delle attività legate a questa responsabilità, i nostri esperti Medici Competenti si occuperanno di:

•          redazione del DVR

•          Sopralluogo luoghi di lavoro

•          Visita medica preventiva;

•          Visita medica periodica, di norma in una volta l’anno;

•          Visita medica su richiesta del lavoratore;

•          Visita medica in occasione del cambio della mansione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *